Arcipelago della Maddalena

Come una manciata di pietre preziose lanciate su un panno turchese da un collezionista per mostrare il suo tesoro, le isole che costituiscono l’Arcipelago della Maddalena, nella regione nord orientale della Sardegna, rappresentano obbiettivamente la ricchezza e il gioiello che impreziosisce il soggiorno in Costa Smeralda. La navigazione dell’Arcipelago è da programmare al mattino molto presto o dopo la metà pomeriggio, per godere in tranquillità e pace dello spettacolo della natura. Preservato dallo sfruttamento edilizio, l’Arcipelago della Maddalena conserva un ecosistema integro sia marino che terrestre, valorizzato e conservato grazie all’istituzione di un omonimo Parco.

Il mare dell’Arcipelago della Maddalena è trasparente, limpido e cristallino ed assume tutte le tonalità dal celeste al turchese al verde smeraldo, in un susseguirsi di spiagge stupende, che si possono vedere ma non tutte toccare, per la scelta di consegnarle alle generazioni future ancora perfette e intatte. L’attenzione è concentrata sulle isole minori dell’Arcipelago, prima di tutte l’isola di Budelli, con la Spiaggia Rosa del Cavaliere, inaccessibile ai turisti. L’ isola di Spargi con la sua sabbia assolutamente bianca, il mare caraibico e le belle rocce disegnate dal mare e dal vento; Cala Corsara e Cala Granara le spiagge più belle. Le isole di Santa Maria e di Razzoli, con le sue ripide coste. Le spiagge di Cala Coticciu e del Relitto a Caprera. Ovunque ricco e sorprendente il mare e facili da incontrare le popolazioni stanziali di cernie brune e corvine.