“Cammino a cuncordu”: la Sardegna a piedi.

La Repubblica Nomade sbarca in Sardegna per la conclusione del suo giro d’Italia a piedi.

cammino-cuncordu-sardegnaL’iniziativa nasce nel 2011, quando Antonio Moresco, insieme a un gruppo di scrittori, danno vita a “Cammina cammina”, un progetto che prevede di percorrere il paese, e non solo, a piedi. La prima tratta, in occasione del 150° anniversario dell’unità d’Italia, copre la distanza da Milano a Napoli-Scampia, in una lunga quanto affascinante “passeggiata” durata ben 44 giorni.

Questo primo cammino riscuote grande successo, sia fra i partecipanti che fra gli abitanti delle località attraversate, guadagnando popolarità e supporto da parte di molte persone, ma anche di molte istituzioni. Questo dà la possibilità ai suoi ideatori di ampliarne gli orizzonti: prende così forma “Stella d’Italia”, un nuovo cammino che nel 2012 vede partire ben 5 gruppi di camminatori dagli estremi opposti dello stivale, con l’intento di ritrovarsi a L’Aquila, in un momento in cui la città, da poco colpita dal terremoto, è il cuore pulsante d’Italia.

Negli anni successivi i percorsi della Repubblica Nomade continuano a esplorare in lungo e in largo le nostre splendide regioni, fino a sconfinare attraverso Svizzera, Germania e Francia, nel 2014, in direzione Strasburgo.

sardegna-a-piediLa Sardegna rappresenta la tappa d’arrivo di questa incredibile avventura che in pochi anni è riuscita a coinvolgere migliaia di persone. Partiti da Portoscuso il 31 maggio, i membri della Repubblica Nomade attraverseranno, sempre rigorosamente a piedi, l’intera isola. Dalle aree naturali più incontaminate al fascino misterioso dei siti archeologici, dalle zone minerarie alla suggestiva atmosfera dei centri abitati meno conosciuti dell’entroterra, con le loro tradizioni e le loro usanze.

Durante il loro passaggio, i partecipanti al “Cammino a cuncordu”, questo il nome della tappa sarda, saranno ospiti di diverse manifestazioni culturali, con l’intenzione comune di scoprire e valorizzare la Sardegna più nascosta e autentica, grazie alla compagnia e al contributo di tutti coloro che ci vivono.

Un viaggio dalle modalità sicuramente insolite, ma capace di rivelarsi molto più appassionante e coinvolgente di molti itinerari ormai scontati. Un’esperienza da vivere con curiosità ed entusiasmo, per poter cogliere a pieno tutte le indimenticabili emozioni che ha da offrire.