Carnevale Sardegna 2018

carnevale-sardegna-2018

Misteri e Emblemi delle maschere Sarde

 

Il Carnevale in Sardegna ha molti volti, ma significa soprattutto mistero, paura, rumore di campanacci, strade invase dalle Maschere Sarde, ognuna con un significato e una storia particolare.

 

L’atmosfera del Carnevale in Sardegna, specialmente nei paesi della Barbagia, è diversa da quella allegra e festosa che si respira altrove: questo perché il Carnevale riprende antichi riti pagani, dove l’uomo e gli animali sono i protagonisti indiscussi.

 

Ecco perché le Maschere Sarde sono così tenebrose e incutono paura; perché celebrano il rito dell’aggiogamento del bestiame da parte del pastore e la lotta perenne dell’uomo contro la natura. Con le pelli di pecora come veste, le maschere di legno sul volto, il fazzoletto intorno alla testa, i pesanti campanacci legati sulla schiena, che suonano ritmicamente e la fuliggine sul viso quando questo è scoperto, il carnevale in Sardegna si colora di tinte fosche per poi esplodere in riti liberatori e goliardici che celebrano l’ironia dell’esistenza umana.

 

Attendiamo con gioia l’arrivo dei Boes e Merdules a Ottana, dei Thurpos a Orotelli, e dei Mamuthones a Mamoiada.

 

Calendario Carnevale in Sardegna 2018