La fotografia in Sardegna.

Un amore antico e radicato lega ormai da ormai quasi due secoli la Sardegna e l’arte della fotografia. Il 13luglio del 1839 l’”Indicatore Sardo” dedicava la prima pagina all’invenzione del dagherrotipo, il primo vero apparecchio fotografico della storia, per poi, negli anni successivi, occuparsi degli sviluppi tecnologici in questo ambito e dell’approdo di svariati fotografi sull’isola. Il più antico documento fotografico sulla Sardegna conosciuto finora è una serie di 40 stampe da negativo calo tipico datate 1854, a opera del francese Edouard Delessert, reportage per immagini del suo viaggio “Six semaines dans l’Ile de Sardigne”. Dopo un periodo di sperimentazione, breve ma piuttosto intensa, fra il 1860 e il 1870, …

Le Maschere di Carnevale Sarde

Il Carnevale si svolge tradizionalmente nel periodo che precede la Quaresima. In Sardegna questa manifestazione assume toni più cupi rispetto agli spensierati carnevali tipici di altre località. Esso affonda le sue origini in riti e credenze pre-cristiane che risalgono alle antiche società agro-pastorali in cui veniva celebrata la fine dell’inverno con grandi fuochi intorno ai quali si danzava, si mangiava e si assaggiava il vino nuovo. Tipiche del Carnevale sardo sono le maschere, alcune antichissime altre recuperate solo di recente. Fra le più note oltre ai Mamuthones ed Issohadores, sono i Boes e Merdules del carnevale di Ottana, uno dei più noti, autentici e affascinati carnevali dell’intera Sardegna. Protagonisti dell’evento …

Il Carnevale è servito!

Nelle settimane che precedono la Quaresima tutto il paese festeggia il Carnevale e la Sardegna non fa certo eccezione. In vista dei tradizionali “fioretti” quaresimali, il Carnevale diventa la festa dell’esuberanza e degli eccessi anche, e soprattutto, a tavola. Una specialità preparata in tutta l’isola per questa occasione è la Favata: fave cucinate col lardo e le erbe aromatiche che accompagnano della carne di maiale. Questo piatto viene spesso offerto nelle piazze durante le manifestazioni, insieme a un bicchiere di buon Cannonau. Caratteristica invece delle zone interne è la gelatina di maiale. Non è difficile immaginare che il punto forte siano i dolci. Regine su tutti sono le frittelle. Diverse …

La Festa dei Mamuthones e Issohadores

Pochi giorni fa, in occasione dei Fuochi di Sant’Antonio c’è stata la prima uscita annuale dei Mamuthones e gli Issohadores di Mamoiada, maschere tipiche, dal significato ancestrale, che si riconnette alle tradizioni e alle ritualità più autentiche. I Mamuthones e gli Issohadores svolgono tradizionalmente ruoli alquanto diversi, differenziandosi fra loro per l’abbigliamento e concorrono a creare una sfilata avvolta da un alone di mistero e magia che riporta indietro il tempo di centinaia di anni. Il Mamuthone indossa una maschera facciale nera, in legno, legata al viso con apposite cinghiette in cuoio. Il corpo è ricoperto da velli di pecora nera e sul dorso sono legati dei campanacci detti carriga. …

Itinerari Religiosi in Sardegna

Ormai da tempo la Regione Sardegna sta mettendo in atto una serie di iniziative volte a lanciare il turismo religioso sull’Isola, promuovendo progetti specifici sul territorio per creare strutture recettive, infrastrutture ed eventi dedicati a questo particolare settore. Il primo step di questo programma di valorizzazione del turismo religioso sardo è stato il forum “Cultura religiosa e turismo – Itinerari dello Spirito” dello scorso novembre, a seguire sono previsti dei workshop con gli operatori del settore, l’individuazione di in calendario degli eventi e manifestazioni a contenuto spirituale e la creazione di un’immagine coordinata della cultura religiosa in Sardegna, con l’apertura di un sito dedicato www.camminidisardegna.it Attraverso queste azioni, l’Assessorato per …

Assaporare il Gusto della Vita in Sardegna

Spiagge dorate, mare cristallino, insenature nascoste e protette, paesaggi  incontaminati e orizzonti infiniti: questa è la Sardegna, la Gallura, un luogo dove il sapore più autentico della vista si manifesta nella sua veste più autentica innescando un insieme di emozioni, pensieri ed immagini che risvegliano i sensi e la mente. Uno Sturm und Drang dell’anima, che fa sentire tutt’uno con il creato. Qui è ancora possibile recuperare quel rapporto intimo, innato e privilegiato con Madre Natura, una natura conturbante, forte, che avvolge nei suoi silenzi, nei tramonti e nelle albe, nelle passeggiate in riva al mare, e negli spazi infiniti. La Gallura da sempre trasmette questa energia questa vitalità e …

Sardegna: il cibo e territorio

In Sardegna, si stanno sviluppando nell’ultimo periodo una serie di iniziative finalizzate a fare conoscere ed esaltare le realtà produttive isolane con particolare attenzione alle specialità enogastronomiche locali. Gruppi di acquisto solidali, associazioni di produttori “locali” e community di consumatori  sono sorti con l’obiettivo di promuovere un nuovo modello di produzione e consumo che parta dalla valorizzazione dei prodotti agroalimentari del territorio. Questo tipo di filosofia si rifà a movimenti più ampi come quello dello Slow Food che ormai da decenni sostengono una cultura del cibo genuino legata alle tradizioni e alle identità locali ed uno stile rispettoso dei territori e dei loro abitanti. Dal punto di vista pratico, ciò …

L’arte di Maria Lai

Maria Lai è l’artista vivente più importante in Sardegna. Il suo motto è: “Sono felice se sono in grado di dare a voi, in questo momento di insicurezza globale, la sensazione di tenere il sole in mano, perché tenere per mano il sole significa sentire la nostalgia per i cieli; sono infatti il sole e il cielo che ci danno la conoscenza e ci consentono di vivere più felici”. Maria Lai è nata a Ulassai nel 1919. La sua formazione poliedrica è segnata dall’incontro con figure del calibro del pittore futurista Gerardo Dottori , l’autore Marino Mazzacurati e Arturo Martini. La sua arte è ricca e originale e comprende diverse …

Inverno in Sardegna: un’esperienza indimenticabile!

I numeri non fanno che riconfermare l’indiscusso fascino che scaturisce dalla sinergia fra i mille volti della Sardegna. Sovraffollata d’estate grazie al suo mare cristallino, alle spiagge di finissima sabbia bianca e ai panorami mozzafiato, l’isola sarda offre molto da scoprire anche a chi sceglie di esplorarla fuori stagione. Nella stagione fredda le tariffe scendono, rendendo la Sardegna una meta più abbordabile, e proprio sul turismo invernale sta puntando la giunta regionale, impegnandosi a valorizzare gli aspetti culturali della terra sarda. Negli ultimi anni si è verificato un aumento del turismo culturale, trend tuttora in crescita. Forse meno noto dell’aspetto balneare, il patrimonio artistico, storico e culturale sardo è davvero …

La Candelaria, tradizioni a Orgosolo

Il Natale in Sardegna è un periodo dell’anno ricco di tradizioni durante il quale molti dei piccoli villaggi dell’entroterra festeggiano  aprendo le porte delle case e delle botteghe per mostrare i prodotti artigianali e le delizie enogastronomiche locali; dai dolci gustosi, alle paste fresche, formaggi, salumi, oli e vini fino agli oggetti artigianali di pregiata fattura in legno di ginepro. Questo è un momento in cui emergono riti suggestivi; fra i più affascinanti c’è la Candelarìa di Orgosolo, che si festeggia il 31 dicembre quando i bambini si recano di casa in casa per chiedere “sa candelarìa“. Questa tradizione a Orgosolo è ancora molto viva ed è attesa con impazienza …