Giornate Europee del Patrimonio 2014 a Santa Teresa Gallura

Il 20- 21 settembre si terranno le Giornate Europee del Patrimonio 2014, manifestazione ideata per “potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra i Paesi europei“ che vanta ben 628 appuntamenti in Italia, 46 dei quali in Sardegna.

giornate-europee-patrimonio-2014-santa-teresa-galluraA Santa Teresa sarà possibile visitare gratuitamente il complesso archeologico di Lu Brandali e la Torre spagnola di Longosardo.

Quest’iniziativa promossa dal Comune in collaborazione con Soprintendenza per i beni archeologici, Ente Foreste della Sardegna e Società Cooperativa Cooltour di Santa Teresa di Gallura è finalizzata a fare scoprire e valorizzare il patrimonio naturalistico, archeologico e culturale della cittadina gallurese, in un progetto più ampio di promozione del turismo sull’Isola non solo durante la stagione estiva.

Il complesso nuragico di Lu Brandali è uno dei principali, e meglio conservati reperti di questo genere ed è composto da un nuraghe, un villaggio, una tomba dei giganti e una serie di tombe e ripari sotto roccia. Il torre-longosardo-santa-teresa-galluranuraghe composto da una torre principale circondata da un antemurale è scandito nella sua lunghezza da varie torri d’avvistamento che sfruttano degli affioramenti di roccia avvantaggiandosene in altezza.

All’esterno del complesso il villaggio che, dall’analisi dei reperti sembra risalire ad un periodo compreso tra il XIV e il X secolo a.C. constava di 36 capanne per lo più a forma circolare. Lì accanto un edificio costruito con pietre di grosse dimensioni adibito presumibilmente a funzioni funerarie.

La Torre di Longosardo, eretta sotto il regno di Filippo II, sorge con la sua possente merlatura sullo sperone di roccia che delimita la cittadina è la più grande costruita dagli spagnoli in Sardegna. Alla torre circolare si accede per mezzo di una scaletta addossata al muro a metà della parete. Sul lato opposto della banchina si possono ancora vedere i resti del Castello di Longosardo quasi completamente distrutto dagli Aragonesi nel 1418.

Questi splendidi monumenti testimoni di un’epoca di splendore saranno visitabili liberamente il 20-21 settembre. Per maggiori informazioni clicca qui.