Il marchio Costa Smeralda

il-marchio-costa-smeralda

 

Se la Costa Smeralda è da anni sinonimo di splendore e sostenibilità, dobbiamo ringraziare il principe Karim Aga Khan, che dagli anni ’60 come vero “mecenate” ha saputo attrarre artisti di fama internazionale in Sardegna e soprattutto in Gallura , che con il loro lavoro hanno influenzato lo sviluppo del turismo architettonico dell’isola.

 

Dal 1961, l’operazione del Consorzio Costa Smeralda, ideato e gestito dal principe Ismailita, esercitò un’influenza notevole sulle politiche regionali riguardanti i vincoli paesaggistici e la tutela del patrimonio ambientale costiero, creando, insieme alle autorità locali, i primi regolamenti già negli anni ’70.

 

Imprenditori, architetti, artisti e mecenati di tutto il mondo hanno lavorato insieme per trasformare 5.000 ettari di territorio gallurese, disabitato e inospitale, nella costa nord della Sardegna più popolare. L’intuizione era di mantenere l’ambiente il più incontaminato possibile, ma di renderlo accessibile e percorribile con le strutture necessarie.

 

Gli imprenditori venuti in questa regione, anche dall’estero, hanno acquisito aree confinanti con il mare. Allo stesso tempo, ha sviluppato la sensibilità al territorio originale che rispettava il contesto ambientale in architettura. Anche le autorità locali hanno contribuito a questo fenomeno unico, creando i primi vincoli paesaggistici già negli anni ’70 e gettando le basi per quella “Università della Cultura” che poi andò a scuola in Sardegna.

 

Lo sviluppo della Costa Smeralda, con i suoi 55 km di costa ricca di insenature bianche e spiagge di sabbia bianca, è stato caratterizzato dal sincero rispetto per la natura unito alla sobria e pura espressione di edifici, pensati per essere unici episodi architettonici di grande valore inserito nel contesto naturale, che è tuttavia esaltato lontano dall’essere degradato dalla loro presenza.

 

La perla indiscussa e il cuore pulsante della Costa Smeralda è Porto Cervo, la capitale mondiale dell’eccellenza. Il borgo è un affascinante porto naturale diviso in due parti: Porto Vecchio, impreziosito da piazze, boutique di grandi firme, caffè e ristoranti eleganti. Porto Cervo Marina si distingue per il suo esclusivo Yacht Club, il più grande e attrezzato Mediterraneo, con le sue famose regate internazionali. Tra i siti più rinomati sono Romazzino, Cala di Volpe, La Celvia, Cala del Faro, Cala Romantica, Liscia di Vacca, Pitrizza, Golfo del Pevero, con il suo omonimo e famoso Golf Club. aperto al pubblico.

 

In questo angolo di paradiso, è difficile non essere conquistati da chilometri di coste incontaminate, paesaggi e orizzonti infiniti dove lo sguardo si perde, estendendosi dalla macchia mediterranea; tutto qui parla ai sensi e al subconscio.