La Sardegna alla Bit di Milano


60 Aziende isolane portano le Eccellenze Eno-gastronomiche a “a Bit of Taste”

 

Dopo il successo dell’itinerario enogastronomico nei territori della Gallura e dell’Oristanese con la delegazione tedesca e l’apertura della Borsa Internazionale del Turismo milanese, la Sardegna è in vetrina in previsione di una stagione 2018 all’insegna del successo; Fieramilanocity e Mi.Co. dall’11 al 13 Febbraio.

 

Per la prestigiosa fiera di settore in Italia, una delle maggiori al mondo, l’Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio ha accreditato 57 operatori isolani, 42 di varie categorie del comparto ricettivo e 15 di servizi e di trasporto, associazioni e tour operator.

 

La sfida per la Regione Sardegna, che occupa uno stand di 491 metri quadri, è attirare i viaggiatori in tutto l’arco dell’anno.

 

Le prime stime indicano che il 2017 è stato un altro anno ampiamente positivo per il turismo in Sardegna: i numeri parziali in possesso dell’assessorato regionale indicano infatti che sono state superate le 14 milioni di presenze.

 

La Lombardia rimane il principale mercato turistico Sardo in Italia, seguita da Lazio e Piemonte.

 

Leggera crescita anche negli arrivi di turisti dalle regioni del sud Italia, mentre il mercato interno sardo conferma e rafforza il proprio peso: sempre più sardi scelgono località dell’isola per le proprie vacanze.

 

Passando ai mercati internazionali, Germania, Francia, Svizzera, Regno Unito e Spagna rimangono nella top 5 dei viaggiatori esteri che scelgono la Sardegna. Ma la crescita risulta generalizzata e registra incrementi interessanti anche Austria, Paesi Bassi, Svezia, Polonia e Russia.

Anche per il 2018 è prevista una stagione in crescita, più lunga e diversificata.

 

Il turismo enogastronomico ha fatto da sfondo all’ “Itinerario eno-turistico dei Borghi di Eccellenza”, organizzato dall’assessorato del Turismo col supporto dell’agenzia regionale LAORE e la collaborazione dell’assessorato dell’Agricoltura e di Italcam, Camera di Commercio italo tedesca, che si è concluso il 10 febbraio scorso e che ha coinvolto i territori dell’Oristanese e della Gallura.

Cibo, territorio, cultura e identità, prodotti agroalimentari e artigianali, ospitalità turistica, risorse ambientali e culturali dei territori sono le parole chiave per rendere il turismo eno-gastronomico un prodotto eccellente.

Dettagli © Copyright ANSA

 

Prenota una vacanza indimenticabile in Gallura e scopri la vera essenza della Sardegna in primavera.