Ponte del 1° Maggio in Sardegna con Jazz, Mare, e Archeologia

L’International Jazz Day tra Alghero, Nuoro, Barumini, l’Asinara e Tavolara

 

Il 29 e il 30 Aprile si celebra l’International Jazz Day e al appuntamento non poteva sottrarsi un territorio come la Sardegna che intreccia rapporti consolidati con il genere, dal festival di Sant’Anna Arresi agli eventi di Berchidda ispirati dal eclettismo del trombettista Paolo Fresu.

Musica, e anche tanto trekking nella natura dell’Asinara, Tavolara, Alghero e dei siti nuragici di Nuoro e del patrimonio Unesco di Barumini

Domenica 29 Aprile: L’Asinara, Alghero e Nuoro

I riflettori si accendono per primi all’Asinara Trekkin’ Jazz, un evento che accomuna la scoperta a piedi di una porzione del Parco Nazionale dell’Asinara (Area Marina Protetta): sette chilometri con guide esclusive del Parco nazionale, coordinato dal team Escursì: tra le falesie nella costa occidentale, insenature e piccole spiagge, in un un viaggio accompagnato dalla Funky Jazz Orchestra di Berchidda.

Alghero sarà protagonista con il primo degli appuntamenti di Jazz Island for Unesco in programma nell’ambito di JazzAlguer.

Al tramonto, inizierà il concerto nell’area archeologica del Nuraghe Tanca Manna, a Nuoro. Le visite alla scoperta del sito saranno guidate dall’archeologo Demis Murgia, mentre sul palco tanta qualità e molta parte della storia del jazz con Angelo Lazzeri, chitarrista, compositore e arrangiatore nuorese che conta collaborazioni con nomi del calibro di Joe Chambers, Dave Liebman, Manhu Roche e David Linx, in duo con Pietro Tonolo, uno dei più noti sassofonisti del Jazz europeo, agli esordi nelle band di Gil Evans e Chet Baker.

 

Lunedi’ 30 Aprile: Alghero, Tavolara e Barumini

Tra le antiche mura di Alghero prende il largo la lunga giornata musicale. Alle 10:00 in Piazza Porta Terra con i ritmi delle percussioni africane della Jaama Dambé Marching Drums porteranno il pubblico verso il largo San Francesco, dove alle 10.30 sono attesi i Plus 39, sestetto composto dai migliori allievi della passata edizione dei seminari di Nuoro Jazz.

Alle 12:00, in Piazza Ginnasio sarà il turno del batterista Rubén Berengena, figura chiave della scena musicale catalana.

Alle 16:00 da Piazza Sulis, ancora una volta con l’energia della Jaama Dambé Marching Drums con una parata festosa per le vie del centro.

Alle 17:00 è atteso il Jumaan Quartet, con Juri Altana alla batteria e percussioni, Mauro Dore al basso e tromba, Jacopo Tore al piano e synth e Antonio Masala alla chitarra, musicisti provenienti da contesti differenti, accomunati da un grande feeling e dal filo conduttore del Jazz.

Alle 10:00 da Porto San Paolo si parte per Tavolara, scenario per un trekking musicale. Una formula accattivante che unisce una passeggiata lungo il Sentiero del Prolago (circa 2 km) protagonisti, insieme alle bellezze e ai suoni della natura, il violoncellista e performer olandese Ernst Reijseger e il Cuncordu e Tenore de Orosei tra i complessi di maggior rilievo nel campo delle musiche corali della Sardegna, con un repertorio che abbraccia entrambe le forme della tradizione vocale del suo paese.

In serata i riflettori dell’International Jazz Day si accendono per il gran finale a Barumini, a circa 70 km da Cagliari, nel magnifico sito archeologico di Su Nuraxi, patrimonio dell’umanità tutelato dall’Unesco: un’area costituita da un imponente nuraghe e da un villaggio di capanne sviluppatosi nei secoli successivi.

 

International Jazz Day