Salute e Benessere, Vacanze Termali

Acque Termali in Sardegna

 

Il nostro paese per la sua conformazione idro-geologica ha una tradizione antichissima legata alle Acque Termali. Il termine Termale indica che l’acqua in questione si trova nelle profondità del sottosuolo e la sua temperatura ha raggiunto dai 20° fino ai 63°: più è elevata la temperatura e più minerali sono presenti.

 

Il Bagno Termale è una terapia in cui il paziente si immerge in una vasca di acqua termale calda naturale, di temperatura dai 36° ai 38°C; la durata del bagno è di circa 15 minuti, al termine dei quali il paziente va lasciato riposare per altri 15 minuti, un tempo detto reazione.

 

Durante la fase di reazione, l’organismo porta a termina una serie di adattamenti vascolari attraverso una intensa sudorazione, che permette l’eliminazione di acqua, scorie e sostanze tossiche presenti nell’organismo, svolgendo un’azione disintossicante e stimolante per il ricambio e il sistema neurovegetativo.

 

In particolare le Acque Termali contengono, in varia misura zolfo, iodio, cloro, ferro, elementi di calcio e microelementi di altre sostanze, che a seconda della loro composizione, sono caratterizzate da virtù terapeutiche più o meno spiccate.

Vengono classificate: Acque Solfate, Acque Sulfuree. Acque Cloruro-Sodiche, Acque Radioattive, Acque Salso-Bromo-Iodiche, Acque Bicarbonate e Acque Marine (Thalassoterapia).

 

L’impiego dell’Acqua Termale viene infatti utilizzato anche in altri campi e con altri metodi, come ad esempio può essere assunta come bevanda, per irrigazione, per inalazione, o sfruttata per praticare bagni, impacchi, fanghi e massaggi.

I Benefici Termali

Azione Anti-Dolorifica

Soprattutto le acque salsobromoiodiche generano nei primi giorni uno stimoli pro-infiammatorio che però, nei giorni e mesi successivi, si trasforma in una efficace terapia anti-infiammatoria, grazie alla stimolazione del sistema immunitario, all’azione anti-edematosa e risolvente e allo stimolo della secrezione ghiandolare e mucosa.

 

Azione Stimolante sul Sistema Immunitario

Le Acque Termali incrementano la produzione delle immunoglobuline secretorie e circolanti, cioè di quelle molecole (anticorpi) che difendono l’organismo dall’aggressione di patogeni; si osserva inoltre nei pazienti sottoposti a cure terminali, un aumento della capacità difensiva dei fagociti, cellule del sistema immunitario che inglobano e distruggono i batteri nocivi.

 

Azione Antisettica

La presenza di sali alogeni, come iodio e cloro, potenzia gli enzimi responsabili della distruzione dei microrganismi patogeni come i batteri: questa azione è potenziata a livello cutaneo e delle mucose, cioè nei distretti più esposti all’attacco dei patogeni.

 

Azione Anti Infiammatoria

La capacità osmotica delle Acque Termali allontana dall’organismo elementi infiammatori e scorie derivate dai processi biochimici, riducendo efficacemente edemi e gonfiori e aiutando il dimagrimento. Sulle mucose, l’acqua termale salsobromoiodica genera una potente azione vaso-dilatatoria aumentando la produzione di muco e la rigenerazione delle cellule ciliate che allontanano il muco dalle vie respiratorie: questa specifica azione determina una maggiore reattività delle mucose, aumenta la capacità respiratoria e facilita l’eliminazione delle impurità tramite la respirazione.

 

Azione Endocrina

Le acque termali hanno un effetto notevole sulla funzione tiroidea e sull’apparato genitale femminile: molti studi scientifici hanno evidenziato aumento della sintesi di estrogeni, della produzione di follicoli ovarici e quindi dell’ovulazione, aumento della capacità contrattile delle tube e una regolarizzazione del ciclo mestruale.

 

L’Amore per le Terme ci viene tramandato dai Popoli Antichi

 

Già nell’antica Grecia il bagno assumeva una forma sociale: il ginnasio era composto da un bagno, da una palestra e da un’esedra, una stanza aperta su un portico dove i filosofi si recavano spesso coi propri discepoli. Dopo essersi esercitati nella palestra, i giovani si immergevano nelle acque termali, per poi recarsi nell’esedra e ricevere l’educazione dello spirito.

 

Gli egizi, invece, raggiunsero il livello tecnico per realizzare impianti termali fin dall’epoca di Tolomeo, come dimostrano diversi reperti archeologici ritrovati lungo il Delta del Nilo.

 

Le Terme Romane nascono invece dalla fusione del ginnasio greco con il bagno a vapore egizio. I romani infatti avevano l’abitudine di recarsi alle terme, luoghi di socializzazione e di incontro, per godere dei benefici delle sorgenti naturali di acqua sia a scopo estetico-igienico sia a scopo curativo.

 

Rimedio Naturale per corpo e mente, le Terme di Sardegna sono sempre più una Meta Preferita

 

Un soggiorno alle Terme, è capace di regalare benefici prolungati nel tempo, che vanno ben oltre quelli unicamente sanitari, investendo l’individuo nel suo complesso, garantendo il miglioramento della salute fisica e mentale, tra cui una migliore qualità del sonno.

 

Un prezioso Regalo della Natura.

Benessere Termale in Sardegna